menu
cerca

Molestie sessuali al lavoro per 8,8 milioni di donne e 3,1 milioni di uomini

Martedì, 13 febbraio 2018 - 12:35:00

Molestie, Istat: 8,8 mln le donne vittime; 3,1 milioni gli uomini

Si stima che siano 8 milioni 816mila (43,6%) le donne fra i 14 e i 65 anni che nel corso della vita hanno subito qualche forma di molestia sessuale e si stima che siano 3 milioni 118mila le donne (15,4%) che le hanno subite negli ultimi tre anni. Lo rivela l'Istat nel suo rapporto "Le molestie e i ricatti sessuali sul lavoro" relativo agli anni 2015/2016. Considerando solo le tipologie di molestie sessuali rilevate anche nell'indagine del 2008-2009, il fenomeno risulta in sensibile diminuzione. La stima delle donne che hanno subito molestie sessuali nei tre anni precedenti alle indagini e' passata da 3 milioni 778mila (18,7%) nel 2008-2009 a 2 milioni 578 mila (12,8%) nel 2015-16.

Molestie sessuali al lavoro anche per  3,1 milioni di uomini

Per la prima volta sono rilevate le molestie a sfondo sessuale anche ai danni degli uomini: si stima che 3 milioni 754mila uomini le abbiano subite nel corso della loro vita (18,8%), 1 milione 274 mila negli ultimi tre anni (6,4%). Gli autori delle molestie a sfondo sessuale risultano in larga prevalenza uomini: lo sono per il 97% delle vittime donne e per l'85,4% delle vittime uomini.

Istat: 8,8 mln donne vittime molestie; 3,1 milioni gli uomini

Le molestie verbali sono la forma piu' diffusa sia nel corso della vita (24% delle donne e 8,2% degli uomini) sia nei tre anni precedenti l'indagine Istat su "Molestie e ricatti sessuali sul lavoro" riferita al 2015/16. Le molestie con contatto fisico, ovvero le situazioni in cui le vittime sono state accarezzate o baciate contro la loro volonta', sono state subite nel corso della propria vita dal 15,9% delle donne e dal 3,6% degli uomini. Nella maggior parte dei casi, il 60%, questo tipo di molestie sono perpetrate da estranei o da persone che si conoscono solo di vista (15,8%). Considerando l'intero corso della propria vita, avvengono piu' frequentemente sui mezzi di trasporto pubblici per le donne (27,9% dei casi) mentre per gli uomini nei locali come pub, discoteche, bar (29,2%). La percezione della gravita' delle molestie fisiche subite e' molto diversa tra i generi: il 76,4% delle donne le considera molto o abbastanza gravi contro il 47,2% degli uomini.

Donne vittime di molestie 8,8 milioni; 3,1 milioni gli uomini

Tre milioni e 754mila (il 18,8%) gli uomini che nel corso della vita hanno subito molestie, 1milione 274mila (il 6,4%) negli ultimi tre anni, 610mila (il 3,1%) negli ultimi 12 mesi. In dettaglio, anche gli uomini hanno subito in misura maggiore molestie verbali, nell'8,2% dei casi, seguono gli episodi di pedinamento (6,8%), le molestie con contatto fisico (il 3,6% degli uomini e' stato toccato o abbracciato o baciato contro la propria volonta'), gli atti di esibizionismo (3,5%) e le telefonate oscene (2,5%). Un dato non particolarmente diverso da quello delle donne e' rappresentato dalle molestie che giungono dalla rete (2,2% e 1,9%) mentre la visione contro la propria volonta' di materiali pornografici o l'invio di foto o immagini dal contenuti esplicitamente sessuali riguarda un residuo 1%. Negli ultimi 3 anni e negli ultimi 12 mesi per gli uomini le molestie piu' frequenti sono le molestie verbali e quelle via social network (1,9%). Alcune vittime sono state molestate sia da uomini sia da donne (8,3% delle vittime). Cio' accade soprattutto per le molestie sui social network e per gli uomini (16,1% contro 5,0% delle donne). Complessivamente le donne sono le autrici delle molestie ai danni di altre donne nel 6,1% dei casi e nel 23,7% di quelle subite dagli uomini. Gli uomini indicano una percentuale piu' elevata di situazioni in cui non sono stati in grado di identificare se a molestarli sia stato un maschio o una femmina: cio' si e' verificato per le molestie subite nel corso della vita al 12,3% delle vittime uomini e al 7,6% delle vittime donne. La quasi totalita' delle donne ha subito atti di esibizionismo e pedinamenti da parte di uomini (rispettivamente nel 99,7% e 96,2% dei casi). Gli uomini hanno subito molestie da parte di altri uomini, con quote che vanno dal minimo del 56,9% per le telefonate oscene fino al massimo del 91,7% per i pedinamenti, ma si stima anche una quota non trascurabile di donne autrici di molestia: 24,8% per le molestie fisiche, 36,7% nel caso di telefonate o messaggi dal contenuto ritenuto osceno, 34,6% dei casi in cui sono stati costretti a vedere immagini sessuali o materiali porno e 48,1% delle molestie tramite i social network. E' elevata invece la percentuale di casi in cui non si puo' risalire al sesso dell'autore quando vengono rubate le proprie credenziali su Internet o sui social network al fine di offendere altri: e' pari al 62% se le vittime sono uomini e al 60,9% nel caso delle donne.  

Affaritaliani.it
Testata giornalistica registrata
Direttore responsabile Angelo Maria Perrino
Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2013 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati